Gotham City? No, grazie!

Gotham City? No, grazie!

É molto antico il gioco di raccontare la realtà peggiorandola, solo per cogliere facili consensi, sull’onda delle polemiche che in questi giorni stanno attraversando l’Italia.

Per questo motivo non ci stupisce che la nostra Palazzolo negli ultimi tempi sia stata dipinta come una città senza sicurezza, quotidianamente in balia di furti e rapine, un luogo in cui nessuno dorme sonni tranquilli e tutti vivono in un costante senso d’insicurezza.

Eppure quando si parla alle persone ci vorrebbe maggiore serietà per tirarsi fuori da certi facili stereotipi ed ammettere che non siamo in un fumetto della Marvel o della DC Comics.

Ci vorrebbe più serietà nell’affermare che le rapine e i furti riportati dai giornali avvengono, ma hanno una portata ben più vasta e non riguardano solo Palazzolo, non sono un fenomeno locale, per il quale si può dare a cuor leggero la totale responsabilità al Sindaco.

Ci vorrebbe più serietà nel non tacere che, proprio perché furti e rapine avvengono ovunque, in varie città della provincia e della regione si sta diffondendo la pratica del Controllo del Vicinato, uno strumento nato per contrastare fenomeni odiosi ma imprevedibili e per questo difficilmente perseguibili.

Ci vorrebbe più serietà nel sottolineare cosa si sta facendo in questo senso, dato che a Palazzolo si sono già formati 7 comitati per il Controllo del Vicinato, e nel riconoscere tutto quello che si è fatto negli ultimi anni, dal potenziamento della rete di videosorveglianza all’acquisto di strumentazioni e attrezzature adeguate per la Polizia Locale, dal rifacimento dell’illuminazione pubblica all’istituzione del comando unico col comune di Erbusco.

Ci vorrebbe più serietà nel convenire sul fatto che non esistono soluzioni facili per problemi così complessi e che risposte basate su un’improponibile modifica delle turnazioni della Polizia Locale non solo non sono realizzabili, ma non eliminano simili fenomeni. Non pare un caso, infatti, che la maggior parte di rapine e furti sia avvenuta in orari coperti dai turni della Polizia Locale.

E soprattutto ci vorrebbe maggiore senso morale nell’usare le parole, non lasciandosi andare a commenti che legittimano la logica del farsi giustizia da soli, tanto più in un momento in cui la cronaca nazionale turba e spaventa.

Quanta responsabilità ci si assume quando si fa crescere la paura e si giustifica l’uso della vendetta privata solo per avere facili consensi?
Batman non esiste, lo sappiamo tutti. Esistono solo la serietà ed il lavoro di persone che ogni giorno si impegnano a studiare la realtà e a cercare soluzioni efficaci per i problemi dei cittadini palazzolesi, senza giocare con i numeri, senza fingere l’esistenza di risposte facili, senza presentarsi come improbabili supereroi e senza accrescere la paura solo per rincorrere consensi.

Ed è per tutte queste ragioni che noi consiglieri di maggioranza già da tempo abbiamo scelto di mettere da parte i fumetti e di continuare a lavorare insieme al Sindaco ed alla Giunta per ideare soluzioni concrete che rendano ancora più sicura la nostra Palazzolo.

Redazione di continuiamoinsieme.it

Comments are closed.